GESTIONE DI IMPRESA

CONTABILITÀ E FISCO

contabilità2

È compito del commerciante ambulante gestire  l’ impresa in modo professionale. Contabilità e fisco, rapporti con collaboratori e dipendenti, previdenza, accesso al credito, sicurezza sul lavoro, formazione sono gli aspetti, strettamente collegati tra loro, di una moderna gestione commerciale. Per scegliere le soluzioni migliori e affrontare ogni circostanza con sicurezza, l’imprenditore del commercio ambulante sa di poter contare sul sostegno dei consulenti di FIVA Confcommercio.

ADEMPIMENTI CONTABILI E  FISCALI

Gli adempimenti contabili e fiscali del commercio ambulante sono quelli a cui ogni attività imprenditoriale deve attenersi:
check_book-512

dal punto di vista fiscale, l’attività di commercio ambulante prevede la costituzione di una ditta individuale attraverso l’apertura della posizione IVA presso l’Agenzia delle Entrate o, in alternativa, la costituzione di una società (di persone, di capitali o cooperativa).

Per approfondire consulta la sezione “Tipi di impresa” del Vademecum.

APPROFONDISCI
timeline-512
occorre individuare il regime contabile più appropriato e vantaggioso per la propria impresa,avvalendosi della consulenza di un esperto fiscalista. Si può scegliere tra i seguenti tipi di contabilità:
  • regime dei “contributi minimi”, prevede modalità semplificate di determinazione del reddito e di tassazione particolarmente agevolata. Possono accedervi le ditte individuali  che intraprendono una nuova attività e che presumono di realizzare ricavi annui  non superiori ad € 30.000, nonché di soddisfare altre condizioni stabilite dalla legge.
  • regime di contabilità semplificata, è riservato alle imprese che rispettano il limite di ricavi pari a € 400.000, nel caso di attività di prestazione servizi, e  a € 700.000, se esercitano attività diverse. È caratterizzato da adempimenti contabili ridotti rispetto al regime di contabilità ordinaria e il reddito di impresa viene determinato come contrapposizione ricavi/costi gestionali.
  • regime di contabilità ordinaria, è obbligatorio per le imprese che conseguono ricavi superiori ai limiti della contabilità semplificata. Gli adempimenti contabili sono più precisi e si estendono alla gestione finanziaria oltre che a quella economica. Il reddito di impresa viene determinato dalle differenze tra componenti positive e componenti negative risultanti dal bilancio di esercizio.
filing_cabinet-512
occorre provvedere alla tenuta delle scritture contabili, alla liquidazione e al pagamento periodico dell’Iva, alla compilazione delle dichiarazioni annuali (IVA, IRAP, redditi, studi di settore) con il pagamento delle relative imposte.
pin bianca

L’impresa familiare è una variante della ditta individuale alla quale, oltre al titolare, partecipa un collaboratore (il coniuge o un parente entro il 3° grado o affini, cioè parenti del coniuge, entro il 2° grado)